Oggi 26/03/2017

SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, meglio conosciuto come SUAP, è un ufficio in linea con gli obiettivi di snellimento delle procedure e di chiarezza e trasparenza dell’azione amministrativa; è anche un nuovo sistema per assicurare all’imprenditore un interlocutore unico e favorire lo sviluppo economico del territorio attraverso un'attività amministrativa fondata sulla certezza dei tempi e delle regole.

Modulistica e trasmissione Pratiche on line

La modulistica SUAP è internmente disponibile nel sito regionale.

Accedendo al link si potrà consultare direttamente dal sito della Regione Sardegna l'archivio della documentazione in formato pdf.

Alla dichiarazione unica devono essere allegate le schede necessarie, a seconda del tipo di intervento. Le schede allegate sono suddivise in cinque categorie:

A) Gli allegati contrassegnati con la lettera A costituiscono le dichiarazioni di conformità e le asseverazioni che devono essere rese da un tecnico abilitato. In particolare, il modello A0 (Check List), obbligatorio per tutti i procedimenti di natura edilizia e per quelli relativi ad attività imprenditoriali complesse (a giudizio del SUAP), comprende una lista di controllo su tutti i campi tecnico-amministrativi rispetto ai quali deve essere verificata la conformità. Per ognuno dei campi di interesse, risultanti dalla check list, deve essere compilata l’apposita scheda di dichiarazione.

B) Gli allegati contrassegnati con la lettera B costituiscono le schede relative alla tipologia dell’attività imprenditoriale che si esercita o si intende esercitare. In esse devono essere riportate tutte le informazioni specifiche riguardanti l’impresa, indipendentemente dal tipo di intervento che si intende realizzare (indipendentemente, cioè, che si tratti di nuova attività, subingresso, trasferimento, ecc.).

C) Gli allegati contrassegnati con la lettera C costituiscono le schede relative alla tipologia di intervento sotto l’aspetto produttivo (avvio nuova attività, subingresso, trasferimento, variazioni, ecc.), indipendentemente dalla tipologia dell’attività produttiva stessa. Esse saranno sempre abbinate alla corrispondente scheda B, per un inquadramento complessivo dell’intervento.

D) Gli allegati contrassegnati con la lettera D costituiscono le schede relative alle dichiarazioni sul possesso dei requisiti morali e professionali necessari per le diverse tipologie di attività. Esse andranno di volta in volta abbinate alle corrispondenti schede B e C, secondo le modalità indicate nelle schede stesse. In particolare, il modello D3 (requisiti antimafia) dovrà essere abbinato obbligatoriamente a tutte le schede B.

E) Gli allegati contrassegnati con la lettera E costituiscono schede relative ad adempimenti accessori riguardanti le diverse tipologie di impresa. Fra esse troviamo la notifica igienico-sanitaria per alimenti, le dichiarazioni per la vendita di particolari prodotti (merci usate, oggetti da punta e da taglio, farmaci da banco, ecc.), la vendita di prodotti soggetti ad accisa e le attività comportanti emissioni in atmosfera poco significative.

Di regola, non sono necessari ulteriori modelli oltre a quelli unificati, salvo alcune eccezioni indicate nelle schede stesse. Non è quindi più necessario utilizzare i singoli moduli precedentemente in uso, riferiti alle singole norme settoriali, ivi compresi i modelli ministeriali COM.

Modalità di presentazione

Tutti i documenti allegati, nonché la DUAAP, ai sensi dell’art. 6, 1° comma della direttiva n. 39/55 approvata dalla Giunta Regionale il 23/09/2011, applicativa della LR 3/2008 dovranno essere trasmessi mediante l’utilizzo del software regionale SUAP2 disponibile al seguente indirizzo:

http://servizi.sardegnasuap.it/cittadino/infoAvvioPratica.htm

Nel caso di mancato funzionamento del software regionale vi chiediamo gentilmente di contattare il SUAP per concordare modalità alternative di trasmissione.

I documenti digitali dovranno essere obbligatoriamente presentati in formato pdf. Tutti gli elaborati grafici di progetto dovranno essere presentati in formato dwf ed eventualmente, in aggiunta, in formato dwg/dxf o compatibile. Tutti i file dopo essere stati firmati digitalmente dovranno possedere l’estensione P7M. Il formato di firma PDF chiamato PAdES (PDF Advanced Electronic Signature) e' riconosciuto valido purché faccia uso dell'algoritmo SHA-256 per il calcolo dell'hash. I formati P7m e PAdES (PDF Advanced Electronic Signature) sono richiesti a pena di inammissibilità della pratica.

Non è ammessa la scannerizzazione di pagine singole dei documenti pdf. Per ogni documento che si allega deve essere creato un solo file. La pratica nel suo complesso non dovrà superare i 50 MB. Al fine di agevolare la nuova procedura telematica di trasmissione della documentazione allo SUAP, è possibile avvalersi di una procura speciale per la sottoscrizione digitale e la presentazione telematica delle pratiche. Il fac-simile del modello (F15) è disponibile nel sito internet della Regione Sardegna al seguente indirizzo:

http://www.sardegnasuap.it nella sezione modulistica.

Nota bene

Tutta la documentazione allegata deve essere obbligatoriamente elencata nella DUAAP, la mancata elencazione comporta l’irricevibilità della domanda;

La mancata presentazione di un documento indicato quale allegato comporta la perdita di validità della dichiarazione, privandola di ogni efficacia autorizzatoria ed in caso di interventi soggetti a conferenza di servizi, di efficacia procedimentale.

 

Link correlati

Invio pratica online

Collegamento alla sezione "Modulistica" del sito esterno della Regione Sardegna